Ricordi, decisioni mai prese, un angolo, i Verve.

È incredibile come ogni angolo di questa città mi ricordi qualcuno.
Oggi sono andata a trovare mia madre in ospedale, poi la ragazza di mio fratello doveva andare in farmacia, ne troviamo una al semaforo. Una coda infinita alla cassa da il via libera ufficiale ai miei pensieri.

Lí a destra c’è il locale in cui mi sono vista l’ultima volta con A.
Non A. l’idiota di sabato. Questo è sempre un idiota, ma di un altro tipo.
Un idiota che non vorresti mai uscisse dalla tua vita. Che però non vorresti avere troppo, o avere sempre, ma quanto basta per saziare l’egoistico bisogno di sentirti qualcuno. Qualcuno che conta per qualcun altro.
E invece A. dalla mia vita se n’è uscito ancor prima di chiudere la porta d’ingresso.

A destra, quell’edicola in cui mi sono fermata a chiedere informazioni perché io e ‘la mia lei per 7 anni’ dovevamo andare a visitare una casa, per lei, quando si è trasferita a Milano.
O quel vialone che ho fatto a piedi, sotto la pioggia, perché il tram non passava e io dovevo assolutamente vederla.
Era bellissima, certo che avevo bisogno di vederla.
La guardavo sempre. Ogni volta che si girava mi trovava a fissarla e si imbarazzava.
Ero sempre io quella che guardavo e sempre lei quella che si imbarazzava.
Poi con A. ho provato per la prima volta cosa si provasse a stare da quell’altra parte.
Mi piaceva imbarazzarmi, quando mi giravo e lui mi fissava e io gli dicevo di piantarla. Mi piaceva da morire, sentire il suo sguardo addosso.
Già.
Sospiro.
Quando non vale la pena lottare per qualcosa lasci che i fraintendimenti rovinino tutto.
O forse è stata solo paura. Paura che a lanciarsi troppo poi finisci per schiantarti.
Sospiro ancora.
Ogni tanto mi manca, A.

Saliamo in macchina. Virgin radio passa i Verve. Passiamo accanto all’aeroporto. Che voglia di partire.
Penso che potrei anche farlo.
Penso che non vorrei tornare più.
Penso che non c’è niente che mi trattiene.
Penso che è proprio questo che mi trattiene. Il bisogno di cambiare questo niente.

But how many corners do I have to turn?
How many times do I have to learn
All the love I have is in my mind?

Well, I’m a lucky man
With fire in my hands

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...