Esami, parate, giappo/china. Disperazione assoluta.

Essere sotto esami disperatamente significa chiedere ad un tuo amico se puoi copiare le sue sottolineature dei suoi libri che hai fotocopiato due sere prima dell’esame perché non hai avuto tempo di comprarli.
In quasi 22 anni di vita in effetti non ho avuto dieci minuti liberi per andare a comprare i libri per l’esame di statistica.

E, giusto per chiudere in bellezza la settimana, e più precisamente questa domenica, zac

20130602-104051 p..jpg
Di secondo nome faccio Felicità.
Stamattina mi sono trovata in mezzo alla parata del 2 giugno, che culo proprio.
E per farmi una foto ci ho messo ventidue minuti perché dei simpaticissimi giappo/china, essendo piazza Duomo uno spazio molto limitato, si sono messi accanto a me a fare foto, ma proprio mi si sono spiaccicati addosso.
E vabbè. Giulia frena la misantropia che non hai le forze per incazzarti.
Hanno poi iniziato a dirmi di spostarmi perché entravo nell’inquadratura.
Se voi vi mettete a 40 centimetri da me, e non essendo io invisibile, penso che non serva Einstein per arrivare a questa conclusione.
E una. E due. E non facciamo i leghisti della situazione.
E tre. E allora sono partiti i bestemmioni.

La gente ancora non ha capito che deve starmi lontana. Muso giallo, verde, viola morto, tutti away from me.
Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...