Quando fare la battona al Westin Palace diventa romantico.

Tutti noi abbiamo periodi in cui i sogni li ricordiamo, dal primo all’ultimo, ed ecco, in questo periodo io i sogni li ricordo tutti.
Peccato siano incubi.
Il primo fatto stanotte denota la mia instabilità psichica, ma, non essendo un mistero nemmeno per gli abitanti del Bengala, risulta poco importante. Riassunto in un tweet, sarebbe questo:
Ho sognato che una donna voleva farmi da mamma, si ingelosiva, mi rasava a zero, io impazzivo, i miei capelli cristo, e lei uccideva tutti.
Per quanto inutile mi sono sentita in dovere di scriverlo, nel caso qualcuno volesse incontrarmi, ricordatevi di certi disturbi che mi assalgono ogni notte. Un po’ Criminal Minds, un po’ Shining, un po’ da ricovero psichiatrico e sedia elettrica a go go.
Wake me up before you go-go.
Quanto mi manca il Natale.

Ma veniamo al punto clou, che nonostante punto clou cercherò di fare il più breve possibile perché non ci devo proprio pensare.
Io. Te. Una stanza qualsiasi al Westin Palace. Facevamo sesso. Tanto sesso. Sesso perfetto. Sesso che durava ore. Sesso che ogni tanto ci fermavamo e ci fissavamo negli occhi, perché tu dai miei occhi ti facevi sempre ipnotizzare.
Ci rotolavamo nel letto e non smettevamo di ridere.
Roba che manco Notting Hill e Pretty Woman messi insieme. Mi faccio schifo da sola.
Ma non ero innamorata. Te l’ho ripetuto anche nel sogno. Come in tutti gli altri, ma mi sa che tu ancora non l’hai capito. E non lo capirai mai.
Ogni tanto mi intristivo, guardavo la porta e pensavo che prima o poi saremmo dovuti uscire da lì, tu dovevi tornare dalla tua fidanzata e io dalle mie boutique in Montenapoleone.
Devo smetterla di invaghirmi di quarantenni fidanzati, cristo santo.
Tu poi però mi tranquillizzavi. E io stavo bene.
Poi mi sono svegliata, e ho smesso di stare bene.

Ps: Io, per te, a quelle boutique rinuncerei, se mi chiedessi di andare a vivere, che ne so, su un’isola sperduta in un oceano qualsiasi. Non è amore, ma è qualcosa di altrettanto forte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...