News dal mondo della moda: Da Susan Sarandon testimonial MJ, a Dior e Bill Cunningham

Sono assente da un po’, mea culpa. Ho appena terminato un corso di fotografia Leica che mi ha preso moltissimo, ora, ahimè, è terminato, quindi tornerò ad essere presente e a sopportare insieme a voi questo caldo che è finalmente arrivato.
Sta per iniziare il periodo dell’Haute Couture (yeee), ma, oltre alla lunga preparazione degli stilisti che ormai si possono spiare più o meno tutti grazie ai social, c’è qualche novità nel mondo della moda.

Susan Sarandon nuova testimonial di Marc Jacobs
Una notizia che ha estasiato molti, tra cui, ovviamente, la sottoscritta. Adoro la Sarandon, la trovo una donna elegantissima e bellissima, come se ne vedono ormai poche, in grado di far sfigurare le sue colleghe più giovani (dall’alto dei suoi 69 anni).
E così, il buon vecchio Marc (sempre prevedibilmente imprevedibile nella scelta dei volti del suo marchio), l’ha voluta come nuova musa per la campagna autunno/inverno.
Non è bellissima?!

Questa la foto della campagna con cui è stato dato l’annuncio:

marc-jacobs-600x600

Maria Grazia Chiuri nuovo direttore creativo di Dior (?)
Quando ho appreso la notizia ero su un treno di ritorno da Venezia e mi ci è voluto sangue freddo per non saltare sul sedile!
Sappiamo che Dior è restato “orfano” dopo l’abbandono di Raf Simons lo scorso settembre, da allora si sono susseguiti moltissimi nomi, poi rivelatasi tutti falsi.
Adesso, però, sembra ufficiale. L’annuncio pare verrà dato dopo la sfilata Haute Couture dei prossimi giorni.
Maria Grazia Chiuri, per chi non lo sapesse, è la metà donna della mela Valentino da quando il fondatore del brand abbandonò nel 2007. (L’altra metà è Pier Paolo Piccioli.)
Adoro il lavoro che hanno fatto con Valentino, e sono davvero curiosa di vedere quello che lei (che sarà la prima donna in veste di direttore creativo di Dior) riuscirà a fare.
Simons ha lasciato, per quanto mi riguarda, un enorme buco.

Il mondo della moda perde il suo fotografo di strada più famoso ed apprezzato
Bill Cunningham è venuto a mancare domenica scorsa per un ictus a 87 anni. Il fatto che abbia lavorato fino a pochi giorni prima di morire dice molto di lui.
Dal 1978 lavorava al New York Times, ed è considerato il padre della street photography di moda. Conosciuto e apprezzato da chiunque, i più grandi personaggi, giornalisti, stilisti, modelle, lo ricordano tutti come un lavoratore instancabile e sempre col sorriso stampato in faccia, in grado di contagiare chiunque.
Per gli habitué delle fashion week sarà strano non vederlo, il prossimo settembre, in sella alla sua inseparabile bicicletta.

Queste erano le notizie più importanti dell’ultimo periodo, da domani inizia ufficialmente il periodo dell’Alta Moda, e giuro che non me ne vado più. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...