“Ci sono persone che lasciano segni indelebili in noi e magari non lo meritavano neanche.“

Piccolo off topic prima di iniziare il solito noioso papiro Giulia style: Ho preso un paio di sneakers del mio adorato Michael Kors e non piacciono praticamente a nessuno ma io le amo quindi chi se ne frega.
foto-2
Dovevo renderlo pubblico. Scusate.

Detto ciò..
L’altro ieri pomeriggio, mentre ero sul divano con la mia Brilly che ronfava come un ghiro, ho avuto un vuoto allo stomaco, ed ho iniziato ad avere la nausea, sentivo la bile contorcersi nel mio stomaco, e sapevo benissimo cos’era.
Poi Enrico mi ha scritto che è preso quel non so cosa anche a lui, ed ha iniziato a cercare notizie sulla sua ex.
Io e lui abbiamo questa cosa della simbiosi che quando siamo felici lo siamo entrambi e quando siamo tristi anche.
La seconda si potrebbe tranquillamente evitare, e invece no.
“Che palle però, ci sono persone che lasciano segni indelebili in noi e magari non lo meritavano neanche.
Probabilmente è questo che fa contorcere le mie viscere ogni volta che ti penso.
Tu non lo meriti neanche di starmi dentro, non meriti di essere pensato di giorno e di essere sognato di notte. Perché sì, ti sogno ancora.
E non meritavi neanche di starmi davanti quando invece ci stavi, e sopra, e ovunque.
Mi hai cambiato. Mi hai fatto diventare la persona che non avrei mai voluto essere.
L’altra sera, dopo averlo fatto la seconda volta, Francesco si è messo ad abbracciarmi, ad accarezzarmi, insomma a fare tutte quelle cose che un uomo dovrebbe fare dopo che ti è venuto in bocca ma che invece non fa mai.
“Tu non sei una tipa coccolona vero?”
“Mmh, forse. No. Non lo so. Forse ho solo bisogno di tempo. Un tempo lo ero.
“Un tempo.. Ma hai solo 22 anni.
Ho sempre l’impressione che sia passato molto di più.

Probabilmente ti odierò sempre per quello che mi hai fatto, per come mi hai fatto diventare, ti odierò tanto ma mai abbastanza. Ti odierò tanto ma mai come odierò me.
Ho passato mesi e mesi ad esaminare con la lente d’ingrandimento tutti i miei sbagli, quelli di una vita ma anche e soprattutto quelli con te. Perché ne ho fatti, di errori.
Ma col tempo ho capito che anche se avessi fatto tutto giusto, se fossi stata giusta io, tu te ne saresti andato comunque. 
Quando un uomo se ne va è perché semplicemente vuole farlo, perché tu non gli vai più bene, o forse non gli sei mai andata bene.
Ed ho capito che lo sbaglio non ero io.
Forse eravamo noi.
Probabilmente eravamo noi.
Sicuramente eri tu.

And for a minute there, I lost myself, I lost myself..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...