It’s a new dawn. It’s a new day. It’s a new life .. for me.

l43-pazzia-manager-110906130253_medium

Oggi è domenica. Ciò significa che fra poche ore sarà lunedì. Ciò significa che devo riprendermi in fretta da questo week end perché mi aspetta una settimana da suicidio.
Riassumendo, devo fare questo:

– andare a vedere il film dei Lego, quello di Verdone (sì, voglio vedermi il film di Verdone, problemi? sarà colpa dell’aria nazionalpopolare  che volente o nolente circola ogni anno a fine febbraio), e 12 anni schiavo (Fassbender ti bramo ogni notte);
– pranzare con Greta, che non vedo da due mesi, e prepararmi agli sguardi compiaciuti degli avvocati pelati e rugosi di Corso di Porta Vittoria che io li farei entrare in tribunale e li chiuderei dentro;
– fare colazione da California Bakery (ovviamente) con Stefano (ovviamente) e Filippo, che passerà le (almeno) due ore e mezza a parlare del flop di Sanremo e “tesorimaquantomisietemancati” (manca anche a me);
– andare a lezione (forse);
– ah, inizia il corso di Gestione di crisi ed emergenze che ho scelto di seguire (solo ed esclusivamente) perché lo teneva Picozzi, salvo poi essere venuta a sapere che, essendo troppo preso da tv e omicidi vari, se n’è andato dall’università (no ma grazie) quindi mi aspetterà un Signor Burns, ne sono certa;
– altra colazione al Bakery con Chiara che venerdì ha un esame e menomalechehannofattoilbakeryaccantoallacattolica così dopo ciciariamo e organizziamo il viaggio a Barcellona che stamattina le ho detto faremo (già mi vedo in rollerblade sulle Ramblas, ahah – no, davvero);
– aperitivo in Sempione con Aline e Veve in memoria dei vecchi tempi, non le vedo da una vita, sono contenta di sentire i discorsi di Veve, un po’ meno quelli di Aline perché lei è felice;
– vedere Claudio se no mi lincia;
– accompagnare Ruggero a cercare un paio di Nike che non riesce a trovare e che molto probabilmente esistono solo nella sua testa;
– andare alla mostra di Kandinsky con Ruggero ma in un giorno diverso che poi tutto insieme mi si impappa il cervello;
– post pranzo da Princi insieme a Samuel che “Terra chiama Giulia, Terra chiama Giulia, so che sei viva“;
– passare da Dior, smalto, rossetto, occhiali, vestiti, scarpe (tante, tante scarpe);<
– dire alla mia parrucchiera che settimana prossima ho intenzione di cambiare colore (ho paura, seriamente);
– andare a mangiare cinese;
– andare a mangiare giapponese;
– trovare il coraggio di andare a prenotare un altro tatuaggio;
– concerto Babyshambles (comediavolomivesto?), ho già l’orgasmo qui;
– serata devasto (una a caso) da Stefano perché mi adorano tutti.

AL MOMENTO non mi viene in mente altro.
Il sole mi fa un brutto effetto, lo ammetto.

Cerco qualcuno che poi venga a raccogliermi con un cucchiaino. Pago.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...