Se ciò che non uccide fortifica, io sono di cemento armato.

1452480_10202359655254137_1974412500_n

Parigi, 7.30. 08/11/2013. Stesso posto, stessa ora, un anno dopo.
Se penso a quante cose possono cambiare, e a quante ancora cambiano davvero, ogni anno dopo che affrontiamo.
Finalmente cammino per queste strade come se fossi una di loro. Non si può restare turisti per sempre.
C’è stato Elvis, ieri, nel mio ipod. Poi ci sono stati i Verve. Poi gli Oasis, anche se mi ricordano Londra, e un po’ anche te.
C’era quel desiderio di espiazione, ieri, nel mio ipod. Una dipendenza che mi accompagna da troppo tempo. Quel bisogno di strapparti a morsi da dentro le viscere.
Sono partita per stare un po’ con me stessa. Diamo sempre per scontato il fatto che noi per noi stessi ci siamo sempre, come se fosse ovvio, come se prendere lo spigolo di un tavolo nello stomaco bastasse per ricordarci che esistiamo.
Ma non è così. Io ho la strana abitudine di perdermi persone per strada, un po’ come tutti, anche se io forse di più. E c’è stato un periodo, anni fa, in cui mi sono persa io, per strada. E quando mi sono trovata mi sono promessa di non perdermi più.
Quello che amo di questa città è che cammino per strada ricordandomi quella che ero senza la necessità di odiarmi. Cammino per queste strade perché mi ricordano me, e solo me.
Anche se ammetto ogni tanto di aver desiderato incontrarti, per caso, mentre giravo l’angolo di Boulevard de la Madeleine, come capita nei film. 
Sono partita per me ma anche per te, perché mi manchi, però all’occorrenza posso trovare più o meno una decina di altre ragioni che mi hanno spinto a farlo.
(“Magari non è come ti diceva quella pazza di Antonella, ma se di fatto fosse stato migliore ti avrebbe trattato in modo diverso.”)
Tipo che era quello che, semplicemente, sentivo di fare, anche se era la cosa sbagliata, il momento sbagliato.
Ed è così che dovrebbe essere sempre. Non avere paura di avere paura. Buttarsi tra le fiamme. Perché se ne esci, ne esci per forza più forte. Per forza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...