I look del MetGala: giù di kimono, frittate ed effetto “boh”

KanyeWestChinaThroughLookingGlassCostumeXE3_aQUv7PUl
Come ogni anno, puntuale come un orologio svizzero, eccolo, il Met Ball, che precede l’apertura alla mostra annuale che si tiene a New York al Metropolitan Museum.
Il Gala ha visto, come prevedibile, una sfilata di outfit sfarzosi, la maggior parte ha osato, a volte eccessivamente! E’ stato un red carpet che sicuramente merita di essere preso in considerazione, sia nei suoi aspetti positivi che in quelli negativi.
I VIP presenti erano davvero tantissimi e più o meno tutti degni di nota, ma dovrei fare almeno otto post per includerli tutti!
Così ho pensato di trattare domani i classici top e flop (ne vedremo delle belle ahimè, più del solito!) e oggi chi non mi ha convinto troppo (ma nemmeno deluso) e chi ha preso il tema della serata “China: Through the looking glass” alla lettera.

Rihanna-Dress-Met-Gala-2015
Partiamo proprio da questi ultimi!
Dare dei giudizi a questi outfit è quasi impossibile, a differenza della maggior parte dei presenti che si sarebbero vestiti in quel modo anche se il tema fosse stato “Alla ricerca dell’acqua su Marte” hanno voluto dare un senso alla serata, quindi è senz’altro da apprezzare almeno lo sforzo (a volte solo quello..).
Partiamo con la regina Sarah Jessica Parker in H&M (sì, avete letto bene)
"China: Through The Looking Glass" Costume Institute Benefit Gala - Arrivals
Emily Ratajkowski
topshop5f-1-web
Georgia May Jagger
in Gucci
28501ACA00000578-3068121-image-m-76_1430785148021
Alexa Chung
alexa-chung-met-gala-2015
Lady Gaga
"China: Through The Looking Glass" Costume Institute Benefit Gala - Arrivals
Rita Ora
in (e con) Tom Ford
"China: Through The Looking Glass" Costume Institute Benefit Gala - Arrivals
Emily Blunt che, comunque, in fatto di make-up non sbaglia un colpo:
"China: Through The Looking Glass" Costume Institute Benefit Gala - Arrivals
"China: Through The Looking Glass" Costume Institute Benefit Gala - Arrivals
Chloë Sevigny
che, DI SOLITO, mi piace moltissimo ma stavolta mi chiedo solo perché:
"China: Through The Looking Glass" Costume Institute Benefit Gala - Arrivals
Karolina Kurkova: elegante, un vestito da red carpet “universale” e non solo red carpet cinese!
karolina-kurkova-met-gala-2015
Zhang Ziyi in Carolina Herrera: io. voglio. adesso. quel. vestito.
La troverete domani nei top. Inevitabilmente.
rs_634x1024-150504193513-634-zhang-ziyi-met-gala-white-gown-jl-050415
I , chi non mi ha convinto totalmente ma che allo stesso tempo non è da bocciare:
Diane Kruger in Chanel Couture: da apprezzare l’essersi ispirata al tema della serata senza bisogno di un kimono, è sempre bellissima ed elegante. Ma manca l’effetto WOW, il rossetto scarlatto non è bastato:
Diane-Kruger-in-Chanel
Reese Witherspoon: solito make-up, solita riga in mezzo e capelli perfettamente lisci, total red sul red carpet, che noia:
"China: Through The Looking Glass" Costume Institute Benefit Gala - Arrivals
Le coppie Lisa Bonet/Lenny Kravitz e Amal/George: belli, come è ovvio che sia, ma potevano fare di meglio. Se non loro, chi?
3250462972_1_3_F1iATiQB
Lisa-Bonet-Lenny-Kravitz-Met-Gala-2015
Chiara Ferragni: sei alta e (anche troppo) magra, puoi permetterti di indossare oggettivamente tutto e mi vai a scegliere un abito cipria della nonna?
Schermata-2015-05-05-alle-17.28.21
Rihanna, Katy Perry e JLo sono i classici esempi che alla Fiera della Vanità, a forza di osare, si finisce per scadere nell’anonimato.
katy-perry-met-gala-2015-1430785185
Rihanna-met-gala-810x549
rihanna-hair-makeup-2015-met-gala-met-ball1
un-meme-sull-abito-di-rihanna
ahah!

Simpatico l’outfit di Riri, mi fa sorridere, domani vedrete che c’è decisamente di peggio e capirete perché è finita tra i nì e non tra gli assolutamente NO.
Oltretutto, invece, il trucco è stupendo, ispirato proprio alla Cina!
Un’altra delle regine del red carpet è Jennifer Lopez, ci si aspetta sempre tanto da lei.
Stavolta, in Versace, non so come commentare, l’abito le stava bene e risultava in qualche modo raffinato, non mi convincono però i fianchi totalmente nudi.
E quel trucco la rende vecchia. Non più vecchia, ma proprio vecchia.
Dai, l’ombretto che si fonde con il blush! Io amo gli anni Ottanta, ma stavolta non ce n’era bisogno. Non con un Versace addosso.
jennifer-lopez-01-600x800
E con un mix di China e anni Ottanta (che visione!) see you tomorrow.
Già rido.

2 risposte a “I look del MetGala: giù di kimono, frittate ed effetto “boh”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...